Guida gratis per conoscere la Volta della Cappella Sistina.

Ai lati della Cappella Sistina, si trovano 12 affreschi che narrano le storie di Mose e di Cristo. Ogni riquadro non narra una singola storia ma più storie, questa guida sarà particolarmente utile per conoscere ogni particolare di questi 12 affreschi laterali.

E' possibile comprendere gli affreschi della Cappella Sistina, se si usa la tecnica del parallelismo tra l’affresco che si tiene a destra e quello che si tiene a sinistra. Nei vari riquadri sono raffigurate da una parte le scene dell’Antico Testamento e dall’altra le scene del Nuovo Testamento.

Inizieremo dal primo andando verso la transenna in marmo.

PRIMO RIQUADRO LATERALE CAPPELLA SISTINA
circoncisione Il primo riquadro a destra e il primo riquadro a sinistra narrano della cerimonia religiosa: da una parte la circoncisione del figlio di Mose, dall’altra il battesimo di Cristo e sono entrambe opere del Perugino.

battesimo di gesuIl primo a destra narra l’inizio della Storia di Mose con in primo piano Mose, fermato da un angelo e sulla destra la moglie di Mose, circoncide il figlio. La circoncisione era il segno di appartenenza al Popolo Ebreo.
Il secondo, a sinistra, sempre del Perugino, è riprodotto il battesimo di Gesù . Al centro del riquadro Giovanni  battezza Gesù nel fiume Giordano.

SECONDO RIQUADRO LATERALE CAPPELLA SISTINA
tentazione di Mosè dipinta dal BotticelliIl secondo riquadro narra delle Tentazioni e sono dipinte dal Botticelli.
Il secondo riquadro a sinistra è del Botticelli, che ha dipinto le tentazioni di Mose.
Questo difende al pozzo le figlie di Ietro, una delle quali, Sefora, diventerà sua sposa.
tentazione di Mosè al pozzo dipinta dal BotticelliSullo sfondo Mose riceve il comando di Dio di recarsi in Egitto a liberare il popolo di Israele.
Sulla parete di destra una nuova raffigurazione del Botticelli delle Tentazioni di Mose.
In primo piano la purificazione del lebbroso miracolato da Cristo che si presenta dal sacerdote per essere dichiarato guarito.

TERZO RIQUADRO
ghirlandaio chiamata degli apostoliIl terzo riquadro indica la strada da seguire: da una parte, è raffigurato Mosè salvo al passaggio del Mar Rosso e dall’altra Gesu che convoca i primi apostoli.
Il passaggio del mar rosso che segna la liberazione del popolo ebraico dalla schiavitù dell’Egitto.
Mose è salvo sulla riva del mare, mentre le acque si chiudono prima del passaggio dell’esercito del Faraone.
Nella parete corrispondente il GHIRLANDAIO dipinge la chiamata degli apostoli. In particolare Pietro e il FRATELLO ANDREA.
Sullo sfondo Cristo  chiama altri due fratelli GIACOMO E GIOVANNI

QUARTO RIQUADRO
tavole della leggeIl quarto riquadro parla della Parola di Dio che libera dal peccato. I dipinti sono  entrambi dal Rosselli
Nel primo narra di Mose,ritratto mentre riceve le tavole della legge con i 10 Comandamenti e sceso dal monte le presenta al popolo.
Sceso dal monte le presenta al popolo ma poi, sdegnato per l’atto di idolatria del popolo,  le spezza e punisce quanti anno adorato il vitello d’oro.
Nel riquadro corrispondente il discorso della montagna dei Gesù.
Gesù,  alle folle accorse per ascoltarlo, proclama le leggi del suo regno conosciute con il nome di Beatitudini.
A destra Cristo guarisce il lebbroso. Nel pensiero del tempo, la lebbra era il simbolo del peccato. Cristo che guarisce la lebbra assume il significato di Salvatore del Popolo dal Peccato. Anche questa opera è di Rosselli.

QUINTO FRONTESPIZIO CAPPELLA SISTINA
punizione dei ribelliLa quinta sezione degli affreschi laterali, narrano delle Punizioni a chi si ribella alla parola di Dio e il riconoscimento assoluto del potere della Chiesa.
Da una parte troviamo l’affresco del Botticelli con la riproduzione della Punizione dei figli di Core, dall’altra la Consegna delle Chiavi a Pietro, opera dipinta dal Perugino.
Nella Narrazione biblica Core era un sacerdote che si ribellò a Mose e contrastava la sua autorità religiosa. Per Core è prevista una punizione esemplare, facendo inghiottire tutta la sua famiglia da una voragine aperta nel terreno.
consegna delle chiaviL’episodio è molto raro nella iconografia biblica, aveva un unico scopo di riaffermare l’autorità del papa e sottolineare la punizione per chi osa ribellarsi al potere dei rappresentanti di Dio sulla terra.
Il  riquadro della parete di fronte rappresenta la consegna delle chiavi a Pietro. Due elementi iconografici che aiutano a sottolineare il potere della Chiesa sulla terra.

ULTIMO RIQUADRO CAPPELLA SISTINA
ultima cenaNell’ultimo riquadro si narra della morte di Mosè e di Gesu.
Raffigurati dal Signorelli gli ultimi anni della storia di Mose e alla sinistra la raffigurazione dell’Ultima cena
Mose su un trono raccomanda il popolo di israele ad osservare la legge di Dio e consegna la verga del comando a Josue .
Sullo sfondo la sua morte di Mose.
Nell’ultima cena raffigurata da Roselli. Si nota  preghiera di Gesù nell’orto, il bacio di Giuda e la  crocifissione di Cristo.